Lapo Elkann nasce a New York nel 1977 da Alain Elkann e Margherita Agnelli, nonchè nipote del famoso Gianni Agnelli.

Lapo si diploma a Parigi e si laurea a Londra in relazioni internazionali.

Inizia la sua carriera dopo la morte del tanto amato nonno in Piaggio dove ricopre il ruolo di operaio con un nome farlocco. Prosegue poi in Fiat dove gestisce la promozione e la pubblicizzazione del brand inserendo le famose felpe logate, continua sa sue esperienza tra Maserati, Ferrari e Salomon Smith Barney.

Lapo diventa un simbolo di eleganza che non passa inosservata, rimane sempre sotto all’asticella del cattivo gusto e sopra a quella della ”normalità”. Eletto più volte uomo meglio vestito al mondo da Vogue, Vanity Fair e molti altri magazine Americani e non ha anche scritto un libro intitolato ”Le regole del mio stile”, tra le sue più celebri frasi ci sono: ” I soldi non fanno l’eleganza” ; ” Non conta quante volte strisci la carta di credito per vestirti bene” ;  ” Si può essere eleganti anche con vestiti di poco valore” e molte altre.

Amante delle nuove tecnologie e del Made in Italy fonda nel 2007, insieme ad Andrea Tessitore Italia Indipendent; inizialmente con il lancio di un solo occhiale da sole in carbonio, ad oggi gli store I-I offrono al cliente dalla scarpa fino alla giacca, passando per bracciali, cover e molti altri accessori. Numerose le sue novità come l’occhiale da sole monocromatico che cambia colore ( diventando camouflage ) al raggiungimento di una certa gradazione.

Dopo aver creato inoltre la Indipendent Ideas ed essere entrati come soci di minoranza nella We Care ( detentrice del marchio Care Label venduto nei suoi store ) nel 2011 firma un co-branding con Toy Watch all’epoca dell’imprenditore e amico Gianluca Vacchi ( vi parleremo anche di lui prossimamente )

Tralasciamo ” un paio ” di operazioni e passiamo al 2015 quando, sempre con Andrea Tessitore iniza la sua avventura con Garage Italia Customs, la sartoria per auto, barche aerei e tutto quello che ha un motore come lui definisce. L’azienda aprirà ufficialmente nel 2016 in Milano, più esattamente in Piazzale Accursio nell’ex stazione di servizio Agip, commissionata nel 52′ da Enrico Mattei a Maio Bacciocchi. Oltre al reparto auto ci sarà, al piano superiore, il ristorante di Carlo Cracco definito proprio da Lapo in persona ”Uno dei più democratici” con prezzi che variano tra i 50 ed i 60 euro.

In questo momento il rampollo sta lavorando alla ”LAPS” e cioè una nuova fondazione creata ad hoc per aiutare i ragazzi in difficoltà, si dice che poche settimane fa, insieme ad una banca abbia stanziato delle borse di studio per ragazzi con problemi economici nel sud dell’Italia ma per maggiori dettagli preferiamo aspettare.

Abbiamo inserito Lapo nel nostro format, oltre che per motivi sociali e imprenditoriali per lo stile del ragazzotto, sempre in abiti doppiopetto dai vari colori e tessuti molto particolari e ricercati, dalle nostre indagini pensiamo che il suo sarto sia Luca Rubinacci della Rubinacci Napolitan Tailoring. Vi lasciamo a qualche foto dell’unico e inimitabile Lapo…

Lapo-Elkann-3

Lapo-Elkann1 l43-lapo-elkann-131018112951_big

1959581170

cannes12we_60

MILANO - LAPO ELKANN PRESENTA IL SUO NUOVO NEGOZIO ITALIA INDEPENDENT IN MONTENAPOLEONE, ARRIVA CON LA SIA CINQUECENTO CON COLORI ABBINATI ALLA SUA GIACCA E SCARPE PH CLAUDIO MANGIAROTTI MAN_4120

 

 

Facebook Comments